Il sito dell`AUSL di Latina utilizza anche cookies di terze parti per migliorare l`esperienza di navigazione degli utenti. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all`uso dei cookie. Cookie Policy

Tutela del cittadino e Partecipazione  

   

Albo pretorio  

   

Liste di attesa  

   

Centrali di Ascolto
Servizi Continuità Assistenziale

   

Percorsi Assistenziali


News per il personale amministrativo e tecnico
News per il personale amministrativo e tecnico

   

PRIMO PIANO

   
   

ALERT ai Pazienti Oncologici


Infezione da Coronavirus COVID-19 e pazienti oncologici: cosa fare?


 Infezione da Coronavirus COVID-19 e pazienti oncologici: cosa fare?

Cosa fare per evitare il contagio da Coronavirus COVID-19?
È importante evitare il contagio perché i pazienti oncologici sono più esposti alle complicanze nel caso si infettino.
Quindi, i pazienti devono seguire le raccomandazioni diffuse anche da il Ministero della Salute:

  • evitare le strette di mano,e gli abbracci,
  • evitare contatti ravvicinati mantenendola distanza dialmenoun metro,
  • evitare i luoghi affollati,
  • pulire le superficidi casa,
  • lavarsi spesso le manicon acqua e sapone o usare un gel a base alcolica,
  • coprire bocca e naso con fazzoletti monouso quando si starnutisce o si tossisce: altrimenti usare la piega del gomito.

Appare inoltre ragionevole l’utilizzo in via precauzionale della mascherina chirurgica per i pazienti e per gli accompagnatori quando si recano nelle oncologie.


 Vanno interrotte le terapie antitumorali in questo periodo?

Non è necessario interrompere le cure. Ogni paziente può confrontarsicomunquecol proprio oncologo di riferimento per valutare un eventuale posticipo del trattamento antitumorale in base alla sue condizioni fisiche e di malattia.


 E per i pazienti liberi da malattia che hanno terminato il trattamento antitumorale?

Per i pazienti liberida malattia, che hanno già terminato il trattamento attivo e che devono andare in ospedale solo per visite di controllo (o di follow-up), l’oncologo valuterà caso per caso (e anche confrontandosi per telefono o per via telematica) se posticipare la visita per evitaredi frequentarel’ambiente ospedalieroin assenza di una necessità clinica conclamata.


Gli accompagnatori, i familiari e i caregivers dei pazienti oncologici: come devono comportarsi nelle oncologie?

Al fine di evitare sovraffollamento, non è consentito agli accompagnatori/familiari/caregivers dei pazienti oncologici sostare nelle sale d’attesa, accedere alle stanze in cui viene somministrata terapia antitumoralee negli ambulatori.


E per i pazienti ricoverati?

È consigliabile evitare le visite ai pazienti ricoverati in degenza ordinaria e prevedere la presenza di un unico familiare/accompagnatore, dopo autorizzazione specifica, soloper un tempo limitato.


  Versione PDF

 

Reparto di Oncologia
Ospedale S.M. Goretti Latina
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

   

Cittadini

Imprese

Operatori della Sanita

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Centro Unico di Prenotazione

Posta Elettronica Certificata

Carta dei Servizi Percorso Nascita 

   

Il Territorio Pontino  

   

 Enciclopedia Salute


Servizi Sociosanitari Distretto
LT1

Servizi Sociosanitari Distretto LT1


LT4


Info Point
Informazioni

   
© AUSL Latina - P.IVA 01684950593