QUESTA È VITA!

Il percorso per i pazienti con BPCO

Che cosa sono i  percorsi diagnostico terapeutici assistenziali (PDTA)

I percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali (PDTA) rappresentano la modalità di gestione di un problema di salute basata sulle migliori evidenze scientifiche. Sono caratterizzati dall’organizzazione del processo di assistenza per gruppi specifici di pazienti, in rapporto al tipo e alla gravità della malattia, attraverso il coordinamento e l’attuazione di attività consequenziali definite e standardizzate da parte di un team multidisciplinare. I percorsi, periodicamente aggiornati, permettono di rendere visibile, sia al professionista che al paziente, l’intero percorso assistenziale.

Obiettivi del PDTA per la gestione della Broncopatia cronico ostruttiva (BPCO)

  • Facilitare la diagnosi precoce della Broncopatia cronica ostruttiva (BPCO)
  • Instaurare misure atte alla riduzione dei fattori di rischio
  • Facilitare la presa in carico della persona con diagnosi di BPCO assicurando continuità assistenziale in tutti gli stadi di gravità della malattia
  • Garantire appropriatezza diagnostico terapeutica e omogeneità delle cure
  • Migliorare le condizioni di salute per prevenire le ricadute e la progressione di malattia
  • Promuovere la partecipazione attiva della persona con BPCO e dei care giver alla gestione della propria condizione

Descrizione sintetica del percorso

Il Medico di Medicina Generale (MMG) identifica tra i suoi assistiti le persone con fattori di rischio per lo sviluppo della BPCO. Sono fattori di rischio:

  • Esposizione al fumo: sigarette, pipe, sigari, pipa ad acqua e altri tipi di fumo di tabacco , attivo e passivo;
  • Storia familiare di BPCO o di altra patologia cronica respiratoria;
  • Esposizione a fattori di rischio occupazionali: le polveri occupazionali e le sostanze chimiche (vapori, irritanti e fumi);
  • Esposizione a fattori di rischio ambientali quali ad esempio gas di scarico o da Biomassa combustibile, l’inquinamento indoor;
  • Infezioni recidivanti delle basse vie respiratorie durante l’infanzia.

Identificata la persona a rischio di BPCO, Il MMG provvede alla valutazione clinica somministrando appositi questionari, GOLD e CAT.

Questionario GOLD

Questionario CAT

Le risposte ai questionari avviano il processo diagnostico.

In caso di positività ai test, il MMG provvede alla effettuazione della spirometria al fine di valutare il grado di ostruzione delle vie respiratorie. L’esame dura pochi minuti, durante i quali il medico chiederà al paziente di effettuare una serie di manovre respiratorie attraverso un boccaglio. Si esegue quindi la inalazione di uno spray broncodilatatore e dopo un po’ di tempo si ripete la spirometria.

La diagnosi si pone attraverso un rapporto il cui valore inferiore al 70% indica la presenza di una BPCO

Algoritmo utilizzato dal MMG per la diagnosi di BPCO

La patologia prevede diversi stadi di sviluppo

Pazienti stadio A e B sono seguiti dal MMG salvo particolari indicazioni che richiedano l’intervento dello specialista pneumologo
Pazienti stadio C e D sono seguiti dai MMG in collaborazione con lo specialista

Al paziente verrà prescritto un Piano Assistenziale Individuale (PAI) sulla base dello stadio di malattia e della sua situazione clinica.

Il PAI è il programma di attività che il paziente dovrà seguire in termini di visite, esami strumentali, controlli, terapie farmacologiche e stili di vita, per prendersi cura della propria condizione di salute insieme al proprio MMG e all’ASL. Il tipo di esame e la periodicità sono pianificati sulla base dello stadio di malattia e della situazione clinica del paziente.

Il PAI non ha scadenza, e potrà essere adattato alle modifiche delle condizioni di salute dell’assistito, per rispondere al meglio ai propri bisogni clinico-assistenziali.

+VITA / A chi si rivolge?

Il tour +VITA

Nei prossimi mesi presenteremo il programma +VITA in tante piazze del territorio: sarà l’occasione per incontrarci, conoscere dal vivo i vantaggi del programma e i benefici per la cura delle cronicità, per scoprire, insieme ai nostri medici e ai nostri esperti, stili di vita più sani per prevenire e accompagnare al meglio la nostra salute.

Sarà un momento di festa, per diffondere insieme una migliore cultura della salute.