Il sito dell`AUSL di Latina utilizza anche cookies di terze parti per migliorare l`esperienza di navigazione degli utenti. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all`uso dei cookie. Cookie Policy

Esenzioni

Dettagli

 

 NEWS - EMERGENZA CORONAVIRUS


Le esenzioni del ticket per reddito E02,E03,E04 e le esenzioni del ticket per patologia in scadenza al 30 marzo sono state prorogate d'ufficio al 30 giugno 2020 , come da Ordinanza della Regione Lazio n° 6 del 10 marzo 2020.

 La partecipazione del cittadino alla spesa sanitaria
Il ticket rappresenta la quota di partecipazione del cittadino alla spesa sanitaria.
L’esenzione dal ticket esonera il cittadino dal pagamento di tale quota, parzialmente o totalmente.
Esenzione per patologia cronica o malattia rara
Gli assistiti affetti da patologie croniche o da malattie rare possono fruire dell’esenzione totale per gli accertamenti specialistici riferiti alla patologia e dell’esenzione parziale (€ 1 per confezione) per i farmaci correlati alla patologia.
Cosa fare. Per ottenere l’esenzione è necessario presentare all’Ufficio ASL del Distretto di residenza la seguente  documentazione:

  • per patologia cronica:
    certificazione rilasciata, su apposita modulistica, da un Medico Specialista pubblico oppure dal medico curante nei casi di diabete o ipertensione
  • per malattia rara (Carta Regionale dei Servizi):
    certificazione rilasciata, su apposita modulistica, dal Presidio ospedaliero abilitato a fare diagnosi di Malattia Rara

Rinnovo esenzioni. Alla scadenza dell’esenzione, l’assistito deve provvedere a produrre al Distretto di riferimento documentazione sanitaria (nuova certificazione dello Specialista o documentazione sanitaria recente) attestante la necessità dirinnovo dell’esenzione.

Esenzione per invalidità
Le tipologie di cittadini che hanno diritto all’esenzione per invalidità (totale o parziale) sono:

  • gli invalidi civili con percentuale superiore ai 2/3, o con assegno di accompagnamento, o con indennità di frequenza
  • i ciechi e i sordomuti di cui agli artt. 6 e 7 della Legge 482/68
  • gli invalidi di guerra
  • gli invalidi per lavoro e per servizio
  • le vittime del terrorismo e del dovere (e loro familiari)

Cosa fare.
Per il rilascio dell'attestato di esenzione per le categorie sopra indicate, è necessario presentare all'Ufficio ASL del Distretto di residenza la seguente documentazione prevista in base alla categoria di appartenenza:

  1. assistiti con riconoscimento di invalidità civile percentuale superiore ai 2/3, o con assegno di accompagnamento, o con indennità di frequenza: verbale di riconoscimento di invalidità civile
  2. invalido di guerra: verbale del Ministero del Tesoro con categoria (per invalidità dalla VI alla VIII categoria anche la patologia invalidante)
  3. invalido per lavoro: verbale INAIL con punteggio (se inferiore al 67/100 anche patologia invalidante)
  4. invalido per servizio: verbale del Ministero del Tesoro con categoria (per invalidità dalla VI alla VIII anche patologia invalidante)
  5. vittime del dovere e del terrorismo: documentazione specifica comprovante la condizione

Esenzione per età e reddito
Le categorie di esenzione per reddito sono le seguenti:
E01: Soggetto con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.165,98 euro (ex articolo 8 comma 16 della Legge 537/1993 e successive modifiche ed integrazioni).
E02: Soggetto titolare (o a carico di altro soggetto titolare) della condizione di Disoccupazione con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (ex articolo 8 comma 16 della Legge 537/1993 e successive modifiche ed integrazioni).
E03: Soggetto titolare (o a carico di altro soggetto titolare) di Assegno (ex pensione) sociale (ex articolo 8 comma 16 della Legge 537/1993 e successive modifiche ed integrazioni).
E04: Soggetto titolare (o a carico di altro soggetto titolare) di Pensione al Minimo con più di 60 anni e reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (ex articolo 8 comma 16 della Legge 537/1993 e successive modifiche ed integrazioni).

Cosa fare. Per ottenere l'attestato di esenzione (che sarà contestualmente registrata nel sistema informatico) gli assistiti devono recarsi al proprio Distretto per compilare l’autocertificazione, portando con sé la fotocopia del documento d'identità dell'interessato e la certificazione ISEE

Per evitare conseguenze anche sul piano penale,  qualora intervengano variazioni della condizione socio-reddituale che dà titolo alla esenzione, i soggetti beneficiari devono darne tempestivamente comunicazione al distretto ASL

Godono inoltre di esenzione

  • le prestazioni per condizioni di interesse sociale (prevenzione, attività di screening, tutela della salute collettiva, status di gravidanza, ecc.)
  • altre condizioni (infortuni sul lavoro e persone affette da malattie professionali durante il periodo di temporanea invalidità)

Non sono subordinate al rilascio di alcun attestato da parte dell’ASL.

Quanto costa. È gratuito

Ufficio Esenzioni ticket del Distretto di residenza. Consultare la sezione I Distretti

   

Cittadini

Imprese

Operatori della Sanita

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Centro Unico di Prenotazione

Posta Elettronica Certificata

Carta dei Servizi Percorso Nascita 

   
© AUSL Latina - P.IVA 01684950593